Soluzione adottata dall’A.S.S.T. Ospedale Niguarda e dagli Spedali Civili di Brescia in risposta all’emergenza COVID-19

In entrambi gli Ospedali, si è provveduto alla fornitura e installazione di TERMOCAMERE professionali per la tutela degli operatori sanitari e degli utenti, prevenendo così le possibili fonti di contagio attraverso la misurazione rapida e puntuale della temperatura corporea presso i varchi d’ingresso.

Il controllo preventivo viene monitorato da remoto con l’ausilio di un software dedicato con un particolare algoritmo che considera i fattori ambientali per rilevare in tempo reale e in modo continuo le temperature di gruppi di persone con un margine d’errore minimo (pari allo 0,3°) e in modo estremamente rapido.

 

Al superamento della soglia di temperatura la persona viene segnalata automaticamente agli operatori con i parametri rilevati e vengono innescate azioni preimpostate quali ad esempio blocchi di varco accessi e/o segnalazione ottico\acustica.

 

Fase installativa presso l’ingresso del Blocco Nord dell’A.S.S.T. Ospedale Niguarda.

 

Il BlackBody consente un’accuratezza estrema di rilevazione.

 

Installazione termocamera e suo BlackBody per ciascuna corsia d’ingresso (una adibita ai soli dipendenti e l’altra per i visitatori)

 

Presso l’A.S.S.T. Ospedale Niguarda si è provveduto anche all’ampliamento del sistema di videosorveglianza al fine di sorvegliare e monitorare i malati Covid presso le diverse aree della struttura.

 

Fase installativa (prima parte)

 

Infine si è provveduto alla fornitura di radioline per la comunicazione dello staff nelle terapie intensive.